Voluntary Disclosure

 

Voluntary Disclosure è la procedura che consente gli italiani che hanno interessi, attività finanziarie e patrimoni all’estero, che sono sconosciuti all' Agenzia delle Entrate, di sanare la loro posizione, sia dal punto di vista delle imposte, sia dal punto di vista penale, tramite il saldamento di tutte le imposte non pagate in maniera scontata e anche avere una riduzione sulle sanzioni.

La Voluntary Disclosure è una procedura di collaborazione spontanea basata sull'autodenuncia da parte del contribuente di tutti gli investimenti e le attività di natura finanziaria costituiti o detenuti all'estero anche indirettamente o per interposta persona.

La denuncia è svolta fornendo all'A.F. tutti i documenti e le informazioni necessarie per la ricostruzione dei redditi per tutti i periodi di imposta per i quali – alla data di presentazione della richiesta - non sono scaduti i termini di accertamento o la contestazione degli obblighi di dichiarazione ai fini di monitoraggio fiscale.

     

Che cosa è la volontary disclosure


La “Voluntary Disclosure” è un argomento di estrema delicatezza, fortemente caldeggiato dall’OCSE, e rappresenta probabilmente l’ultima occasione, per il contribuente che abbia trasferito all’estero i propri capitali senza dichiararli alle autorità fiscali, di regolarizzare la propria posizione.

Leggi tutto...

Voluntary Disclosure - a chi interessa

Voluntary Disclosure consiste nel indicare spontaneamente tutti i beni e le attività finanziarie costituiti o comunque detenuti all'estero, anche indirettamente e tramite soggetti interposti. Quindi a chi potrebbe interessare aderire alla Voluntary Disclosure?

Leggi tutto...

Voluntary Disclosure - Punti salienti

La Voluntary Disclosure richiede il pagamento integrale di tutte le imposte e interessi dovuti in tutti gli anni accertabili (differenza rispetto alle precedenti misure di condono).

Sanzioni amministrative dovute in misura ridotta (riduzioni speciali in caso di fiduciaria o beni trasferiti in italia)

No raddoppio termini presunzione beni/attività black list = reddito a certe condizioni (trattato e fiduciaria)

Leggi tutto...

Voluntary Disclosure - Informazioni oggetto della Voluntary Disclosure ordinaria

La Voluntary Disclosure deve riguardare tutti i periodi d'imposta per i quali, alla data di presentazione della domanda, non sono scaduti i termini ordinari per l'accertamento. Viene escluso il raddoppio dei termini ex dl n. 78/2009 per i capitali detenuti in paesi black list (il raddoppio opera invece in presenza di reato)

Leggi tutto...

Come funziona e come aderire alla Voluntary Disclosure?

Il contribuente deve presentare istanza all'UCIFI entro 30 settembre 2015, indicando tutti gli investimenti e le attività finanziarie costituite o detenute all'estero, anche indirettamente o per interposta persona. Devono essere evidenziate anche movimentazioni, dismissioni, prelievi e utilizzi a qualunque titolo di tali fondi

Leggi tutto...

Quali sono le imposte da pagare per la Voluntary Disclosure?

Voluntary Disclosure prevede che il contribuente deve versare le somme richieste dal fisco entro un termine variabile tra i 15 e i 60 giorni, a seconda del tipo di atto notificato dall'Agenzia. Esclusa la facoltà di compensare il quantum dovuto con eventuali crediti fiscali. Con la Voluntary Disclosure, esiste la possibilità di versare in unica soluzione o in tre rate mensili

Leggi tutto...

Sanzioni Voluntary Disclosure

Sanzioni penali per redditi non dichiarati oltre certe soglie

Nei confronti del contribuente che si avvale della voluntary disclosure è esclusa la punibilità per i reati di cui agli articoli 2, 3, 4, 5, 10-bis e 10-ter del dlgs n. 74/2000.

Leggi tutto...

Home Attualità

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per scoprirne di più sui cookies e come disattivarli, leggi la nostra informativa.

Accetto cookies da questo sito.