BUSINESS & DATA CONSULT

La BUSINESS & DATA CONSULT è una società di servizi che unisce in sinergia le capacità professionali di un team di professionisti consapevoli che le qualità delle prestazioni nel mercato moderno, non dipendono più esclusivamente dalla perizia con cui viene svolta l’attività, ma anche dall’organizzazione.
La diffusione delle informazioni, l’evoluzione della tecnologia nei mercati, impongono competitività e maggiori capacità di adeguamento; la crescita continua e la reattività diventano, quindi, strumenti indispensabili per affrontare la concorrenza.
L’esistenza di una struttura organizzata e la sua efficienza diventano condizioni basilari per consentire all’imprenditore di aggiornarsi, pianificare e controllare e, soprattutto, dedicarsi più serenamente ad attività a più alto valore aggiunto.
Nella realtà d’oggi, con il moltiplicarsi delle norme cui le aziende devono adeguarsi, il problema è trovare l’interlocutore che dia informazioni chiare per poter operare con tranquillità sul mercato.
La BUSINESS & DATA CONSULT vuole offrire un servizio completo ed efficace al cliente, ponendosi come obiettivo di supportare le piccole e medie imprese per affrontare con professionalità le problematiche inerenti la sicurezza, la privacy, la qualità, la riorganizzazione aziendale, i finanziamenti agevolati.
Settori di interesse
• Sicurezza Sul Lavoro - Il Nuovo Testo Unico – Decreto Legislativo n. 81/2008
Il decreto legislativo 81 del 9 aprile 2008 ha introdotto il Testo unico sulla sicurezza nel lavoro che ha modificato ed ampliato la precedente normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro (D.Lgs 626/94).
Le disposizioni introdotte da questo nuovo decreto sono in vigore ormai dal 1° gennaio 2009 e sono previste pesanti sanzioni, sia amministrative che penali, per il mancato adeguamento alla nuova normativa.
Tale normativa è obbligatoria per tutte le aziende, indipendentemente dall’attività svolta, che abbiano personale dipendente, ovvero soci lavoratori, coadiuvanti e collaboratori dell’impresa familiare, tirocinanti, apprendisti, etc..
I principali adempimenti:
• Nomina del Responsabile del servizio prevenzione e protezione e relativa formazione;
• Designazione della squadra addetta al primo soccorso sanitario e relativa formazione;
• Designazione della squadra addetta alla gestione delle emergenze/prevenzione incendi e relativa formazione;
• Designazione del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza interno all’azienda o territoriale;
• Formazione, informazione ed addestramento del personale dipendente ai sensi degli articoli 36 e 37 del Testo Unico (D.Lgs 81/2008);
• Redazione del DVR (documento di valutazione dei rischi) per le aziende con più di dieci dipendenti o, in alternativa, autocertificazione della valutazione dei rischi (con data certa);
• Per specifiche attività, redazione di documenti tecnici di valutazione (rischio chimico, vibrazioni, rumore, atex, piano di emergenza ed evacuazione, etc..)
• Redazione del piano di primo soccorso;
• Nomina del medico e sorveglianza sanitaria del personale dipendente;
• Dispositivi individuali di protezione;
• Piani Operativi di Sicurezza e Piano di Sicurezza e Coordinamento;
La società BUSINESS & DATA CONSULT, fornisce una prima consulenza gratuita in materia di sicurezza, effettuando anche un sopralluogo in azienda senza alcun vincolo; verifica la situazione aziendale e lo stato della documentazione esistente per poi provvedere alla stesura del preventivo di spesa.
• Privacy – Decreto Legislativo n. 196/2003
Il settore delle piccole e medie imprese presenta non poche problematiche nell’ambito della gestione dei dati comuni e sensibili. La gestione di tali dati deve essere oggetto di particolare cautela, sia per quanto attiene la raccolta, la conservazione e la successiva distruzione. Da quanto esposto si può comprendere la necessità di adeguarsi alle disposizioni in materia di privacy, previste dal D.Lgs. 196/03, sia per evitare di incorrere in pesanti sanzioni amministrative e penali, fissate dal nuovo codice, che per migliorare l’efficienza della propria organizzazione interna e garantire la sicurezza, l’integrità e la riservatezza dei dati trattati.
La società BUSINESS & DATA CONSULT, fornisce una prima consulenza gratuita in materia di privacy, effettuando anche un sopralluogo in azienda senza alcun vincolo; verifica la situazione aziendale e lo stato della documentazione esistente per poi procedere alla stesura del preventivo di spesa. La Polaris Management, provvede, quindi, alla stesura annuale (entro il 31 marzo di ogni anno) del Documento Programmatico per la Sicurezza (DPS) e all’aggiornamento costante dei documenti di nomina interni all’azienda.
• Contributi a Fondo Perduto – Finanza Agevolata
La BUSINESS & DATA CONSULT mira a venire incontro alle esigenze del mondo imprenditoriale costituendo un chiaro e completo punto di riferimento per meglio comprendere, coordinare, attivare e gestire gli strumenti di sostegno economico, finanziario e fiscale oggi esistenti.
Il nostro servizio di ceck-up sui finanziamenti vi permette di conoscere in maniera dettagliata quali opportunità di finanziamento esistono per la vostra azienda. Il panorama dei finanziamenti agevolati è particolarmente complesso dove è difficile orientarsi; per questi motivi molte imprese perdono opportunità di finanziare programmi di investimenti rivolti all’acquisto di macchinari, attrezzature, immobili, innovazione tecnologica, formazione, ecc..
La BUSINESS & DATA CONSULT, realizzerà una dettagliata analisi delle opportunità di finanziamento per la vostra azienda, svolgendo un servizio mirato che va dallo studio di fattibilità alla presentazione del progetto d’impresa:
• Creazione e sviluppo di piccole e medie imprese;
• Prestito d’Onore per i giovani;
• Autoimpiego e Microimpresa per le nuove attività;
• Imprenditoria Femminile;
• Innovazione tecnologica e certificazioni di qualità;
• Finanziamenti agevolati alle imprese artigiane;
• Agevolazioni per l’acquisto o leasing di attrezzature, macchinari ed impianti;
• Etc....
• Redazione di Business Plan
Pianificare è un’esigenza per l’imprenditore.
A differenza di ciò che avviene in diverse aree del mondo, quella che sembra una apparente ovvietà si dimostra un concetto non ancora così fortemente radicato nella cultura imprenditoriale del nostro Paese, o almeno non così diffuso soprattutto fra le piccole e medie imprese che da sempre rappresentano il fulcro del tessuto economico nazionale.
Nella corretta gestione di un’impresa l’approssimazione progettuale rappresenta forse il rischio maggiore. Un progetto imprenditoriale non dettagliatamente pianificato può abortire sul nascere e causare il fallimento di una nuova iniziativa, ma può anche compromettere seriamente un’azienda ben avviata.
Redigere un corretto piano d’impresa serve in primo luogo all’imprenditore per valutare la fattibilità di una qualunque iniziativa, per capire se i benefici ad essa correlati siano superiori ai rischi cui si andrà incontro.
Accedere al credito bancario, richiedere agevolazioni pubbliche, promuovere nuovi rapporti commerciali, ottenere certificazioni di qualità o ambientali, sono solo alcuni dei principali scopi per cui può essere necessario ed opportuno fare un business plan.
È chiaro che, a seconda delle finalità, il business plan assumerà connotati in parte differenti: quello interno sarà teso a mettere in luce gli eventuali elementi di criticità del progetto, quello esterno sarà invece teso a evidenziarne i punti di forza. Esso, in ogni caso, può rivelarsi di formidabile utilità, se elaborato correttamente.
• Analisi di bilancio – Basilea 2
È indubbio che gli elementi più significativi di un bilancio previsionale e/o di verifica, sono rappresentati dall’analisi del conto economico e di quella relativa ai flussi finanziari (e di cassa in particolare). Questo perché, il bilancio rappresenta in pratica una fotografia dell’impresa a una certa data, la cui composizione, pur determinata soprattutto dall’andamento generale dell’attività, dipenderà anche da una serie di altri fattori non sempre facilmente prevedibili.
L’analisi economico finanziaria diventa tanto più importante se si tiene conto delle novità introdotte con il nuovo accordo internazionale di “Basilea 2” sui requisiti patrimoniali delle banche che, inevitabilmente, interesseranno soprattutto le piccole e medie imprese. Il recepimento delle nuove disposizioni, infatti, produce un effetto di carattere restrittivo nei confronti delle imprese, in quanto le attività con minore qualità creditizia (tipicamente le piccole e medie imprese) vedono peggiorare le condizioni loro praticate con un effetto di compressione della loro capacità di indebitamento e di revisione delle opportunità di indebitamento. In pratica, le banche sono indotte a ridurre il credito destinato alle PMI e ad aumentare al contempo i tassi di interesse. È chiaro l’impatto delle nuove disposizioni sulle strategie delle imprese che vedranno collocarsi dalle banche in diverse classi di affidabilità, stabilite oggettivamente da una serie di indicatori, ai quali corrisponderanno diversi tassi: le imprese che dimostreranno maggiore solvibilità, si finanzieranno a condizioni migliori. È evidente la necessità che le imprese acquisiscano coscienza dell’importanza di avere sotto controllo i principali indicatori/indici per la valutazione del bilancio, al fine di arrivare preparati ai cambiamenti che si avranno con Basilea 2.
La BUSINESS & DATA CONSULT, attraverso l’analisi trimestrale dei bilanci di verifica, analizza e determina i principali indici di struttura e di flusso, quali:
• Indice di indipendenza finanziaria (struttura);
• Indice di liquidità (struttura);
• Leverage – grado di indebitamento (struttura);
• Margine di tesoreria (struttura);
• Margine Operativo lordo e netto (struttura)
• Incidenza oneri finanziari su fatturato (flusso);
• ROI – indice della redditività del capitale da remunerare (flusso);
• ROA – indice della redditività sulle attività (flusso);
• ROS – indice della redditività delle vendite (flusso);
• ROE – indice della redditività del capitale netto (flusso);
• Tasso rotazione magazzino (flusso);
• Cash flow della gestione ordinaria;
• Certificazioni di Qualità, Organizzazione e Controllo
La certificazione del Sistema qualità rappresenta uno degli strumenti fondamentali per accrescere la soddisfazione dei clienti e garantire lo sviluppo sostenibile delle Vostre attività nel tempo.
Una cultura imprenditoriale al passo con i tempi non può fare a meno oggi giorno di strumenti, tecnologie e processi di gestione aziendale. Uno di questi strumenti, scelta strategica e di immagine per le aziende, è la certificazione dei sistemi di gestione per la qualità.
METODOLOGIA DELL’INTERVENTO
• Formazione delle risorse interessate
• Definizione e formalizzazione dei processi operativi e delle relative interazioni
• Formalizzazione del Manuale della Qualità, delle Procedure gestionali e delle procedure Specifiche. Il manuale della qualità, rifacendosi direttamente alla politica della qualità, delinea i contenuti del Sistema qualità e rimanda, con riferimenti precisi, alle procedure. Il manuale è generalmente destinato alla divulgazione anche all’esterno dell’azienda. Le procedure, oltre a fornire una indicazione riguardo alle modalità con cui vanno svolte le varie attività aziendali, precisano le responsabilità ed i rapporti tra le persone che dirigono, eseguono e verificano le varie attività.
• Assistenza nella messa a punto dei documenti, della modulistica e dei dati di supporto al sistema di gestione della qualità
• Assistenza all’introduzione delle nuove procedure ed alla qualificazione delle risorse interessate
• Verifica tramite audit periodici della corretta applicazione delle nuove procedure
• Assistenza in tutte le fasi dell’iter di certificazione

Home Lavoro e servizi

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per scoprirne di più sui cookies e come disattivarli, leggi la nostra informativa.

Accetto cookies da questo sito.